Pavullo e la prima rassegna di Film di montagna e sulla montagna.

Off Di

Frutto della collaborazione tra la Sezione CAI di Pavullo nel Frignano e il Cinema Walter Mac Mazzieri, ha visto la luce la prima rassegna cinematografica, che vedrà proiettate quattro avvincenti avventure che hanno come scenario le Terre Alte: ambienti ideali per misurarsi con i propri limiti, ma anche dove immergersi nella natura incontaminata o riscoprire il valore dei rapporti umani.

La prima pellicola “Free solo” ci metterà a contatto con l’arrampicata libera di una parete impossibile, attraverso la narrazione di un rapporto al limite dell’umana concezione, in bilico tra ciò che può essere il senso di libertà e l’egoistica affermazione personale. 

Una seconda pellicola “I volti della Via Francigena” ci porterà a vivere il tema del 2019 “Anno internazionale del turismo lento”, un modo di viaggiare diverso dal mordi e fuggi, ma che cerca di scoprire le bellezze nascoste che si celano tra paesaggi inconsueti  ed emergenze storico culturali e nelle persone che si possono incontrare lungo un cammino.

Una terza pellicola “Il vento fa il suo giro” ci condurrà a scoprire, tra i paesaggi aspri e mozzafiato dell’ Alta Valle Maira,  una vicenda che ruota attorno ai temi della diversità, visti sia come occasioni di crescita e scambio, ma anche quali fonti di conflitto tra le persone. Un film genuino e privo di retorica che possiede la forza di un trattato antropologico. Le cinque candidature a David di Donatello testimoniano la forza espressiva della pellicola.

Chiude la rassegna il film “Mountain”, una pellicola che incanta; un racconto, in chiave di sinfonia audiovisiva, di imprese impossibili di climbers, di scalate delle montagne più impervie, di paesaggi mozzafiato. Una montagna che, da luogo di pericolo, si trasforma in luogo di bellezza.